© 2020 OTTICA DELL'ORSO created by eyedesign

Occhi al Computer

Consigli e Ausili per la Visione al PC

Una evoluzione straordinaria in pochi decenni

I mutamenti che hanno definito l'evoluzione umana sono stati progressivi e ininterrotti, nell'arco di molti milioni di anni si sono manifestati con significative modifiche morfologiche, strutturali e funzionali.

Il cambiamento di costume e di comportamento sociale che è avvenuto negli ultimi decenni ha qualcosa di unico nel corso della storia, la diffusione dell'istruzione scolastica, lo sviluppo dell'industria e soprattutto l'avvento del Personal Computer, sono stati velocissimi ed hanno costretto l'Uomo ad adattamenti radicali. L'intero corpo ed in particolare gli occhi, abituati sino ad allora a spazi aperti, in pochi anni hanno dovuto adattarsi all'impiego in ambienti ridotti (scuola, azienda, ufficio) con non poche difficoltà.

Le sindromi visive di tali repentini mutamenti sono evidenti non solo agli specialisti della visione: dalle lievi ametropie funzionali alle cefalee oftalmiche, dai disturbi della convergenza alla secchezza oculare, bruciore e rossore, stanchezza, annebbiamento, fotofobia, oltre ad una serie di effetti negativi sul cervello e sulla psiche.

Prevenzione - approccio olistico per l'ergonomia lavorativa

Il benessere della persona coinvolge la cura di ogni singola area dell'organismo psicofisico, in una concezione olistica tutti gli organi sono interconnessi sotto una comune gestione fornita dal cervello, ecco perchè anche la prevenzione dei disturbi oculo-visivi interessa aspetti ambientali, emotivo comportamentali e fisici generali.

tensione muscolare, disturbi oculari, stress

sono alcuni degli effetti provocati da un cattivo utilizzo del PC, possono essere tra loro concatenati

pertanto anche la prevenzione deve agire su diverse aree

postura corretta, movimento, relax

sono tra i fondamenti di una buona forma psicofisica ed assicurano una miglior efficienza lavorativa riducendo al minimo i disagi di una giornata trascorsa alla scrivania

Qualche buon consiglio per l'attività al videoterminale

Postura Scegli una sedia regolabile con schienale e braccioli in modo che il busto rimanga diritto con un'angolazione di circa 100° e le spalle siano rilassate; entrambi i piedi poggiano a terra e le ginocchia si trovano all'altezza dei fianchi o poco più in basso.

Postazione Tastiera e monitor sono posizionati di fronte al corpo, regola l'inclinazione della tastiera in modo che polsi e mani siano diritti, il monitor si trova tra i 50 e i 70 centimetri dagli occhi ed è inclinato in modo da essere perpendicolare all'asse di sguardo.

Ambiente Quando possibile l'illuminazione ambientale dev'essere uniforme e ridotta rispetto allo schermo, con un rapporto monitor/ambiente di circa 100/80, posiziona la scrivania in modo che di fronte non ci  siano finestre o fonti di luce diretta agli occhi, eventualmente utilizza tende e scherma le luci artificiali per evitare abbagliamento e riflessi sul monitor. Il clima (temperatura e umidità) nell'ambiente dev'essere confortevole e garantire un ricambio d'aria, il rumore è contenuto, tale da non disturbare l'attenzione e lo scambio verbale.

Pause e Movimento Fai delle pause durante il giorno per rilassare i muscoli. Rimanere seduti a lungo può provocare gravi danni alla salute. Cammina per qualche minuto e fai stretching. 

Prenditi delle piccole pause di 1-2 minuti ogni 20-30 minuti.

Ogni ora, fai una pausa o cambia attività per almeno 5-10 minuti. Allontanati dal computer durante la pausa pranzo. Cerca di evitare di affaticare gli occhi riposandoli a intervalli regolari. Non guardare il monitor e concentrati su un oggetto distante, ad esempio guardando dalla finestra.

posizione ergonomica

Aiutare gli occhi per aiutare il benessere del lavoro al PC 

Quando si ha un difetto visivo che non viene opportunamente compensato, più di ogni altra attività l'impiego degli occhi al computer può diventare un lavoro insostenibile portando a fine giornata a risentire di una serie di sintomi negativi che, se ripetuti nel tempo, modificano gravemente la salute.

Anche in assenza di ametropie è indicato aiutare l'efficienza visiva alla scrivania con opportune lenti che prevengano tali sintomi o l'insorgenza di difetti visivi; proprio come si fa col corredo sportivo per una certa attività motoria, oltre ad un ambiente favorevole e a comportamenti corretti, occorrono gli strumenti specifici per ridurre i rischi della salute e favorire la miglior efficienza.

La visione prossimale, statica e prolungata su una superficie piatta come il monitor del computer, mette a dura prova quella parte del sistema nervoso che gestisce le componenti sinergiche della visione, Convergenza e Accomodazione; una mirata indagine optometrica sarà sufficiente a conoscere i tuoi meccanismi visivi durante l'uso del PC e a realizzare le migliori lenti per te.

le lenti più giuste per i tuoi occhi

Ausili Ottici per il Computer

Le lenti oftalmiche, prescritte a seguito di una visita specialistica, sono in grado di ridurre la tensione visiva durante l'uso del PC prevenendo sindromi astenopiche che investono nel tempo anche altri distretti dell'organismo. A seconda delle necessità, anche in assenza di ametropie, si possono scegliere lenti monofocali per l'uso statico da vicino, oppure lenti dinamiche con una gamma di spazi indoor più ideonei alle individuali necessità. (visita nel sito la sezione lenti multifocali).

Trattamenti Filtranti per gli schermi LCD e LED

Gli schermi LCD e LED di smartphone, tablet, computer e TV emettono luce blu, una radiazione luminosa che contribuisce a provocare rossore e secchezza agli occhi, affaticamento visivo e spesso insonnia.

Il trattamento antiriflesso Blu-Control piuttosto che il materiale Blu-Block impiegati nella produzione delle lenti oftalmiche permettono agli occhi di lavorare in condizioni ottimali, offrendo visione confortevole e percezione naturale dei colori migliorando il contrasto.