© 2020 OTTICA DELL'ORSO created by eyedesign

Lenti a Contatto per tutti

ricerca e innovazione per la salute oculare

Occhio "esterno", un equilibrio perfetto

La struttura funzionale del "segmento oculare esterno" rappresenta una straordinaria opera di efficienza realizzata dall'evoluzione biologica umana. Preservare tale equilibrio è la missione etica della ricerca contattologica.

Le ciglia, insieme alle palpebre ed all'arcata sopraccigliare, compongono il sistema di protezione fisica dell'organo visivo oltre ad un primo "filtro" per la luce abbagliante.

Il film lacrimale riveste la cornea e l'intera porzione anteriore del bulbo oculare. La lacrima ha funzione ottica in quanto rende uniforme la superficie corneale livellando le microimperfezioni dell'epitelio; è un efficacie lubrificante per la frizione delle palpebre sulla superficie oculare; ha pure funzione protettiva e di pulizia da polvere, fumo e vento che altrimenti irriterebbero i sensibilissimi tessuti della cornea.

La cornea è la prima lente del sistema oculare, è trasparente e priva di vasi sanguigni, il suo metabolismo dipende principalmente dalla fornitura di glucosio e acqua la cui fonte principale è il film lacrimale.

Tecnologie d'avanguardia per la contattologia

La storia delle lenti a contatto ha visto molte stagioni e molte sperimentazioni prima di giungere all'era attuale, dove le lenti RGP (Rigide GasPermeabili) e le Morbide di Ricetta sono quasi completamente rivolte ad un'utenza di portatori con esigenze complesse, sostituite in maniera pressochè assoluta dalle lenti morbide "disposable" (prodotti a ricambio frequente).

 

La moderna contattologia ha reso l'applicazione di lenti a contatto morbide una soluzione ottica di ampia diffusione assicurando comfort, praticità e prezzo oltre ai valori assoluti di salute e sicurezza. Da alcuni anni infatti sono disponibili materiali ad alta ossigenazione, con componenti che filtrano gli UV o che rilasciano sostanze umettanti, e geometrie sottilissime con superfici ultralisce, adatte a tutte le morfologie corneali.

 

A questo si aggiunge l'offerta di un range di poteri che soddisfa ampi parametri di ipermetropia, miopia ed astigmatismo, e soluzioni multifocali per ametropi presbiti.

Lo Specialista Contattologo e la Gestione delle Lenti - Complicanze da Lenti a Contatto

La forte diffusione, il basso costo e la facile reperibilità delle lenti corneali disposable hanno portato un numero crescente di persone ad avvicinarsi alla contattologia talvolta in modo superficiale ed autonomo, di conseguenza sono numerose le complicanze che si riscontrano e che conducono all'abbandono per insoddisfazione o a condizioni mediche patologiche di varia gravità.

complicanze da lenti a contatto

Lo scenario patologico dovuto ad una cattiva gestione delle lenti a contatto è ampio e può essere cruento. Quella qui riportata è un'immagine di una "iperemia congiuntivale", complicanza ritenuta minore, non vi sarà difficile trovare in rete situazioni più gravi:

  • staining corneale

  • microcisti epiteliali

  • edema stromale

  • neovascolarizzazione

  • polimegatismo endoteliale

  • congiuntiviti e cheratiti in varie forme

La lente giusta per te

Perchè l'applicazione sia soddisfacente nel tempo e priva di effetti sgradevoli è necessario affidarsi al Contattologo, specialista in grado di valutare tra i molti prodotti disponibili sul mercato quali siano le lenti sia più opportune al caso; egli si occupa di rilevare le misurazioni necessarie alla "prova applicativa", di educare il cliente nell'applicazione e nella manutenzione delle lenti e di seguirlo per il tempo utile a garantire gradimento e sicurezza. In caso di necessità mediche viene consultato lo specialista oftalmologo a totale garanzia della salute oculare.

Lenti disposable - formule di utilizzo dalla monouso alla mensile

SFERICHE miopia/ipermetropia - TORICHE astigmatismo - MULTIFOCALI presbiopia

Un'offerta di gamma straordinaria

La più ampia disponibilità di formati con una vasta copertura di poteri per soddisfare le diverse esigenze dei portatori; per coloro che necessitano di un porto occasionale e per lo sport, per chi desidera un utilizzo pratico tutti i giorni, da personalizzare sulle individuali caratteristiche oculari e di impiego.

La vita delle Lenti a Contatto -

Pulizia e Conservazione

Il successo di una applicazione benfatta si giudica dallo stato delle lenti a contatto nell'arco dell'intero periodo di durata; durante il primo ciclo si raccomanda la valutazione dello specialista sullo stato degli occhi e sulle alterazioni che le lenti subiscono in funzione di fattori ambientali, gestionali e metabolici oculari.

Nel corso di questo periodo il Contattologo fornisce opportune indicazioni personalizzate sulla metodica di porto ed in merito ai prodotti ed alle modalità di pulizia e manutenzione.

 

E' buona norma eseguire controlli semestrali e valersi di una formula di assistenza specialistica per ogni eventualità che possa presentarsi nel tempo.